close
Mercato dell'Oro

La Cina e la sua insaziabile fame di oro

oro-cina

Come accadeva secoli fa, anche oggi esiste un denso fiume d’oro che dall’Occidente si sposta verso l’Oriente, in particolare verso la Cina. Le autorità locali infatti, provvedono da tempo ad accumulare il metallo prezioso in canali che sfuggono ai controlli internazionali.

Una strategia di accumulazione delle riserve e gestione dei flussi, che mira a fornire un’ampia base per investimenti, usi industriali ed ovviamente gioielleria. Non a caso, già da qualche anno, la Cina è diventata la prima produttrice di oro al mondo, con circa 400 tonnellate l’anno, superando il Sudafrica.

La borsa dell’oro di Shanghai sta lentamente e inesorabilmente scalando posizioni nella classifica delle principali piazze finanziarie, come il Comex e il London bullion market, tentando di realizzare una zona di libero scambio per le contrattazioni in oro.

Una free zone che avrà una capacità di stoccaggio di circa 1.500 tonnellate e che sarà in grado di importare oro in Cina oppure smistarlo verso altri mercati. Creando così una piazza finanziaria gold-based nei mercati asiatici, la cui importanza non può essere affatto sottovalutata.

A confermare infine, l’insaziabile fame di oro della Cina è l’ultimo rapporto del World Gold Council, che fotografa la richiesta di oro da parte della Cina e ne delinea un progressivo aumento, come ormai avviene da circa vent’anni.

Investimenti in oro, gioielli ma soprattutto riserve a fini monetari.

Tags : Comprare Oromercato dell'oroMercato Orooro cinaoro e medicinaVendere Oro

Lascia un Commento